EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Le strategie di Ego Airways: gli investimenti su Parma e le rotte in pipeline

12/02/2021 18:00
La compagnia aerea porterà 14 voli a settimana sullo scalo emiliano: debutto il 28 marzo prossimo

Parma al centro del progetto di Ego Airways. La nuova compagnia aerea – che debutterà alle 13 del 28 marzo con il volo da Catania, proprio verso l’aeroporto della città ducale, ha infatti puntato sulla Capitale italiana della Cultura 2021 con “un investimento importante in un momento cruciale dove è decisivo stringere alleanze forti e durature per il futuro – ha sottolineato l’azionista di maggioranza di Ego Airways, Marco Busca -. I collegamenti sono un asset fondamentale per lo sviluppo socio-economico delle industrie emiliane e di Parma, in particolare, che hanno dimostrato, anche in passato, di saper modificare il proprio modello al fine di una sostenibilità economica duratura anche in condizioni particolarmente sfidanti”.

I nuovi collegamenti settimanali dalla città emiliana saranno 14, 85.000 i posti passeggeri in più e notevole l’incremento di spazio cargo sia per Catania, raggiunta da un volo giornaliero, sia per gli altri scali. Attualmente, sono già prenotabili 4 voli alla settimana per Bari e 3 per Lamezia Terme.

Gli Embraer 190 da 100 posti della compagnia, scelti per questi voli regionali, oltre Parma collegheranno anche Forlì, Firenze, Bergamo con destinazioni del Sud e delle isole, realizzando un nuovo modello che tiene conto della sempre più forte richiesta di spostamenti rapidi e a prezzi concorrenziali. Sempre fedeli alla mission di essere una compagnia aerea italiana di una nuova concezione, in cui l’ospite è assoluto protagonista del viaggio.

"Con grande attenzione all'ambiente e alla sostenibilità – ha aggiunto Marilena Bisio, direttore commerciale di Ego Airways -. Voli regionali come questi, collegamenti che originano a poca distanza dai luoghi dove nasce la domanda di trasporto aereo, permettono la riduzione delle percorrenze automobilistiche in direzione di scali più distanti, riducendo contemporaneamente l’emissione di Co2, stimata in circa 605 tonnellate per la stagione in corso".

 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us