EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

La competitività degli operatori passa dall'ambiente

28/09/2020 10:00
Secondo un'analisi di GlobalData le aziende che daranno priorità alla sostenibilità nei loro piani industriali potranno avere in futuro più redditività e un vantaggio competitivo sul mercato - di Laura Dominici

Il Covid-19 non è l'unico ostacolo alla redditività futura degli operatori di viaggio. Lo afferma un report di GlobalData.

"Il 38% della GenZ e il 41% dei millennial – commenta Johanna Bonhill-Smith, travel & tourism analyst di GlobalData - desiderano ora più che mai ricevere notizie sulle iniziative di sostenibilità di un brand. La priorità principale è, a tutt’oggi, conoscere le modalità con cui un marchio si comporta durante la fase pandemica, e il Covid ha mostrato alla popolazione globale l'impatto che i viaggi e il turismo possono avere sull'ambiente naturale circostante”.

Gli operatori continuano a lottare tra il crollo della domanda di viaggi e le fluttuazioni dei corridoi di viaggio. Ryanair, ad esempio, ha recentemente riferito che le sue prenotazioni per novembre e dicembre sono solo al 10% dei livelli normali. “Ripristinare la fiducia dei consumatori in modo che il pubblico continui a prenotare le vacanze è la priorità principale, ma questo non è l'unico ostacolo che gli operatori devono affrontare, poiché le preoccupazioni sulla sostenibilità e sugli impatti ambientali sono probabilmente state accelerate dal virus”, spiega l’analisi.

“Quando le restrizioni ai viaggi internazionali sono state applicate in modo rigoroso - continua Bonhill-Smith - le destinazioni che soffrivano di overtourism hanno avuto il tempo di guarire. L'inquinamento atmosferico ha iniziato a diminuire, insieme alle emissioni di anidride carbonica e al numero generale di viaggiatori in un luogo concentrato".

Prima della pandemia, solo il 15% dei viaggiatori globali optava per una "vacanza ecologica". Il 40% dei viaggiatori si aspetta ancora di ridurre i propri piani di viaggio internazionali quest'anno, ma quando la fiducia dei consumatori sarà più forte, l'impatto ambientale sarà probabilmente una motivazione primaria all'interno del processo di prenotazione, provocando un maggiore interesse per le vacanze ecologiche.

“Gli operatori erano già oggetto di un attento esame per le proprie iniziative di sostenibilità e per come stavano affrontando il cambiamento climatico prima del Covid-19. Mentre tutti continueranno a lottare con gli effetti del virus, gli operatori con un'attenzione più centralizzata all'ambiente potrebbero garantirsi un vantaggio strategico e una posizione competitiva più forte nel mercato di domani”.

 

 

 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us