EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Settemari: “Ripresa lenta ma centrata”

28/09/2020 10:35
"Il trade alle prese con attività di raccordo con il cliente finale", spiega l'a.d. Ezio Birondi

Una rete diretta, che funziona da termometro della situazione, permette a Settemari di seguire gli sviluppi di mercato in termini di vendite. Alla domanda su cosa stanno effettivamente prenotando o cosa prenoteranno come primi prodotti le agenzie, l’amministratore delegato della società Ezio Birondi ha spiegato: “Dopo un’attività legata all’estate e che ha visto un 80% di vendite concentrate sul Mare Italia, oggi il trade sta mettendo a punto attività di raccordo con il cliente”. Attualmente le agenzie si stanno rivolgendo al cliente acquisito e non solo prospect, forte dei voucher: “Assistiamo a richieste di prevenzione e assicurazione sull’utilizzo dei voucher – prosegue -. Si assiste ad una sorta di lenta ripresa abbastanza centrata”.

La domanda in futuro

Sul come cambierà la domanda in futuro, Birondi ammette che la stagione invernale è quella più difficile “perché c’è meno offerta per poter confezionare un prodotto da 4-8 notti. La programmazione a medio e lungo raggio è più difficile”. Il fatto però che il brand Jump sia cresciuto del 40% tra luglio e agosto “ha dato conferma del fatto che la creazione di pacchetti dinamici paga parecchio”, commenta il manager. Una flessibilità possibile anche per il marchio Settemari , con l’opzione del doppio villaggio nella stessa destinazione e per quanto riguarda la durata “stiamo cercando di verificare per il volato se potremo avere più combinazioni per vendere le mete in modo diverso”.  L’estate, intanto, si è chiusa bene per il valore di spesa procapite (meglio dello scorso anno), “ma il confronto è impietoso perché mancava il 70-80% del dell’offerta rispetto all’anno prima”, conclude il manager.

 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us