EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Federcongressi&eventi: arriva il documento che valuta il rischio biologico di un evento

14/09/2020 16:46
Obiettivo tutelare gli organizzatori, dando loro la possibilità di dimostrare di aver adottato tutte le misure possibili per garantire il contenimento di contagio

Federcongressi&eventi presenta alle aziende della meeting industry il Documento di valutazione del rischio biologico in sede di evento-Dvre. redatto dalla stessa associazione, con la collaborazione di decine di aziende associate, virologi di fama e rappresentanti di categorie imprenditoriali coinvolte nella gestione degli eventi. La presentazione sarà venerdì 18 settembre sulla piattaforma Zoom.

Il documento è in realtà uno strumento tecnico che nasce con l’obiettivo di tutelare gli organizzatori di eventi e congressi dando loro la possibilità di dimostrare di aver adottato tutte le misure possibili per garantire il contenimento di rischio biologico covid-19 durante lo svolgimento dell’evento. Il Dvre è una matrice nella quale l’organizzatore, inserendo i dati dell’evento ottiene come risultato un valore significativo dell’indice di rischio biologico dell’evento. Qualora il risultato dell’analisi effettuata attraverso la matrice segnali un valore di rischio elevato, il Dvre fornisce le possibili soluzioni, cioè le procedure da adottare affinché tale indice diminuisca, sino ad arrivare ai parametri più bassi ritenuti accettabili. Le procedure suggerite rispettano sia le linee guida per la riapertura delle attività economiche, produttive e ricreative della Conferenza delle Regioni sia i provvedimenti di natura igienico-sanitaria e comportamentale per l'organizzazione
di convegni ed eventi aggregativi in sicurezza biologica.

“Con la stesura del Documento di Valutazione del Rischio biologico in sede di Evento-Dvre Federcongressi&eventi conferma la propria tempestività nel supportare il lavoro quotidiano e sempre più complesso dei professionisti della meeting industry con strumenti concreti - commenta Giulio Ferratini, vicepresidente di Federcongressi&eventi -. La nostra associazione è l’unica del settore del turismo organizzato ad aver prodotto un documento simile: è il frutto di un lavoro e impegno corale che ha l’obiettivo di tutelare gli organizzatori di eventi fornendo loro l’opportunità di arginare il rischio della nascita di focolai in occasione degli eventi e di poter dimostrare di aver messo in atto tutte le possibili azioni per evitare il contagio”.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us