EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Piano aeroporti-De Micheli: "In trattativa da ottobre"

09/09/2020 08:33
Il fronte aereo sarà oggetto di una profonda riforma che riguarderà più aspetti del settore, non solo la newco Alitalia, ma anche il regolamento di Enac - di Stefania Vicini

Il settore aereo è tra i più colpiti dalla crisi a seguito della pandemia. Al momento si sta lavorando alla costruzione della newco Alitalia, la domanda posta a Paola De Micheli, ministro delle infrastrutture e dei trasporti, intervenuta ieri a “Italia 2021 - Competenze per riavviare il futuro”, piattaforma di discussione promossa da PwC Italia in media partnership con Sky, è se non tema che ci possano essere degli esuberi visto il calo del traffico aereo e se siano pronti a sostenere i lavoratori?

Il pacchetto Alitalia

"Abbiamo ritenuto che le condizioni di mercato determinate dal covid ci permettessero di fare due cose, un piano industriale con un timing che potesse seguire l'incremento del mercato aereo che c'è stato, ma è stato più lento delle previsioni di maggio. Sull'internazionale - riconosce il ministro - c'è una ripresa più lenta. E un piano industriale sul fronte del personale seguirà questa regola, visto che l'incremento del numero voli, l'applicazione del piano industriale sulle tipologie delle tratte con un  bilanciamento tra voli nazionali, europei ed extra europei, seguirà l'andamento di mercato, anche l'iniezione di personale in cassa integrazione potrà seguirà questo timing".
Sul fronte della tutela dei lavoratori sono stati rafforzati i sistemi di cassa integrazione ed "abbiamo integrato di risorse il fondo volo - fa sapere il ministro -, in modo che abbia un orizzonte temporale di copertura sia per la crisi Alitalia sia per Air Italy, sufficiente per recuperare tutto il personale". In pratica si tratta di un pacchetto che riguarda Alitalia, ma non solo. 

La riforma

Infatti, il fronte aereo sarà oggetto di una profonda riforma che riguarderà più aspetti del settore, non solo la newco Alitalia. Il ministro ha accennato alla riforma che riguarda "il regolamento di Enac", che dovrebbe riuscire a completare oggi nel tardo pomeriggio, come da lei stessa annunciato durante il suo intervento. E poi "c'è il nuovo piano aeroporti, per il quale sto facendo degli incontri bilaterali con alcune delle società aeroportuali". In particolare quelli minori hanno "la necessità di avere un forte stimolo sugli investimenti e di definire per quale finalizzazione fare questi investimenti". Nelle sue intenzioni il ministro - lo precisa - aveva immaginato di fare il piano aeroporti "nella primavera del 2020, poi il covid mi ha ritardato il percorso", pertanto si apriranno "le consultazioni con le associazioni di categoria e gli operatori aeroportuali all'inizio di ottobre".

Il piano Italia veloce

Interpellata sul recovery fund, De Micheli per quanto attiene al suo ambito, ha dichiarato: "Siamo pronti, il nostro presupposto di proposte è il piano Italia veloce, sono oltre 400 pagine, lo abbiamo fatto prima del covid, poi lo abbiamo aggiornato e mandato come allegato al Parlamento. E' un piano approfondito ed articolato". Come spiega il ministro, è nato "sulla base di presupposti diversi, cioè non piccolo o grande, ma utile". Questo il punto da cui partono i ragionamenti, cioè in vista "dell'incremento della qualità della vita delle persone e della qualità delle opportunità delle imprese". Non c'è l'intenzione di recuperare "progetti vetusti", ma di integrare scelte già prese, "con una serie di opere connesse". Sul fronte Alta velocità si parla di "connettere le aree interne, le rotte che attraversano l'Appennino del Centro Italia, la zona dalla Puglia fino a Salerno, tutte le rotte Nord-Sud e Sud-Nord non solo sul fronte Adriatico, ma anche un progetto che sia definitivo per la Reggio Calabria-Salerno, oltre all'anello ferroviario siciliano". Inoltre, "abbiamo deciso, finanziato e stiamo progettando le opere necessarie per le due regioni (Calabria e Sicilia)".

Tra i punti toccati dal ministro anche l'intermodalità totale delle persone e delle merci e la portualità. A suo dire "si sottovaluta nella discussione pubblica il ruolo che hanno i porti italiani - afferma -. Abbiamo destinato oltre 900 mln di euro per gli investimenti sui porti e modificato le norme per arrivare agli investimenti. Dobbiamo riuscire a fare il salto di qualità perché siamo l'hub strategico del Mediterraneo, dove transita il maggior numero di merci. Non possiamo avere solo il 10% di intercettazione dei 450 mld che prima di covid transitavano nel Mediterraneo". 

La lunga percorrenza

Interpellato sul fronte treni sulla lunga percorrenza, in merito a quando si potrà viaggiare seduti senza il distanziamento per consentire la piena capienza e se si dovrà attendere il vaccino, il ministro afferma che "sui regionali, per tratte con dimensioni e tempi limitati è già previsto. Sui treni a lunga percorrenza ad oggi le linea guida prevedono il distanziamento obbligatorio di un metro". C'è in atto la sperimentazione "dei separatori morbidi per le sedute laterali, con Trenitalia e Italo, stiamo ragionando con il Comitato tecnico scientifico per implementare una mole di documentazione relativa all'aerazione e ai distanziamenti reali delle varie tipologie di carrozze". La questione verrà, quindi, ripresa in mano. 

La sostenibilità ambientale

Durante l'incontro ha fatto capolino anche il tema green, in merito alla possibilità di prevedere dei contributi sul fronte della sostenibilità economica. A tal proposito il ministro ha fatto presente che "il tema della sostenibilità ambientale è usato trasversalmente come misura di scelta delle opere da realizzare, finanziare o accelerare. Prevediamo una serie di potenziamenti di misure, questo dicastero ha distribuito oltre 2 miliardi e mezzo per i sistemi di trasporto di massa nelle città con progetti che prevedono per esempio il filobus, reti tramviarie, potenziamenti di metropolitana o l'avvio di metropolitane. Torino ha avuto più di 800 mln dalla legge Bilancio". 

Stefania Vicini


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us