EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Enac: "I 300 mln di pax previsti per il 2030 slitteranno al 2035"

29/07/2020 14:54
Il presidente Zaccheo auspica che "la ripartenza del trasporto aereo sia sinonimo di rinascita per un’aerea così strategica per il nostro Paese" - di Annarosa Toso

E' stato presentato oggi, alla presenza del presidente dell’Icao, Salvatore Sciacchitano e della ministra delle infrastrutture e dei trasporti, Paola De Micheli, il Rapporto e bilancio sociale dell’Enac relativo al 2019. Ad illustrarlo il presidente dell’Enac, Nicola Zaccheo, e il direttore generale, Alessio Quaranta.

Il presidente Zaccheo si è soffermato sui dati più che positivi dello scorso anno. Nel 2019 hanno transitato nel nostro Paese 192 milioni di passeggeri con un incremento del 4% rispetto al 2018. Dati che hanno confermato quel trend di crescita che in un quinquennio ha portato a una crescita del 22%.

“Inutile ricordare che il trasporto aereo, a causa del covid-19 è stato uno dei settori più duramente colpiti – ha rimarcato il manager -. Il volume di 300 mln di pax che avevamo previsto per il 2030 slitterà al 2035. Gli aeroporti romani di Fiumicino e Ciampino hanno movimentato lo scorso anno circa 49 milioni di passeggeri e quelli del Nord Italia Malpensa e Linate 35,2mln. A seguire tutti gli aeroporti italiani hanno registrato crescite notevoli, dati che purtroppo nell’anno in corso non vedranno aumenti. Auspico che la ripartenza del trasporto aereo sia sinonimo di rinascita per un’area così strategica per il nostro Paese”.

Alessio Quaranta ha sottolineato la straordinarietà dell’evento che ha dimostrato la vulnerabilità del trasporto aereo che, anche in passato, per altre circostanze, ha dato grande capacità di ripresa. “Fino a oggi nulla aveva portato a una chiusura degli aeroporti e al blocco del traffico aereo che ha lasciato un segno profondo in tutti gli operatori del settore. Ora, con i primi segnali di ripresa, appare quanto mai opportuno riflettere sullo scenario futuro e su quali potranno essere le direttive da seguire, con una visione più matura e consapevole dello sviluppo possibile del settore in un’ottica di crescita sostenibile”.

Annarosa Toso


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us