EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Amadeus: "Ndc non è punto di arrivo"

30/07/2020 11:58
E’ il momento di spingere l’acceleratore nella direzione dell’unicità e della personalizzazione; nei contratti con il trade l’obiettivo rimangono l’efficienza e la sostenibilità – di Nicoletta Somma

Efficienza per gli agenti di viaggio per continuare a lavorare in un ambiente di mercato in cui possono acquistare e confrontare le offerte indipendentemente dalla fonte, ad esempio Ndc o Edifact. In secondo luogo produrre valore per le compagnie aeree, aiutandole a differenziare e commercializzare le proprie offerte all'interno del canale indiretto, fornendo informazioni in tempo reale e contenuti video che consentano agli adv di mostrare ai viaggiatori i prodotti e l'innovazione delle compagnie aeree”. Ecco le premesse sulle quali si muoverà Amadeus, nelle parole di Francesca Benati, senior vice president, online travel companies, Wemea, managing director Italy, nei futuri contratti con il trade.

“La filosofia di Amadeus – commenta Benati - è che tutti i nuovi approcci ai servizi ancillari e agli standard tecnologici come Ndc devono prima di tutto concentrarsi sulle esigenze dei clienti finali. Il successo di Ndc verrà infine misurato dal livello di adozione, e se sostenibile non solo da parte delle compagnie aeree ma da tutti gli attori della filiera dei viaggi”. Al momento il gds ha in corso un certo numero di accordi commerciali con compagnie aeree quali Finnair, Air Canada e American Airlines e sta dialogando anche con altri vettori per raggiungere un’intesa che vada bene per tutti. “Detto questo, Ndc è un protocollo tecnologico agnostico al modello di business – prosegue la manager -. E come per tutti gli standard tecnologici, anche per questo per essere adottato, il modello economico alla base deve funzionare per tutti i soggetti interessati: dalle compagnie aeree, alle agenzie di viaggio e ai loro fornitori di servizi. Inoltre, le compagnie aeree e le agenzie di viaggio dovranno fare le loro considerazioni, sia sul lato It che su quello della distribuzione, per capire come rendere Ndc funzionale e come investire per la realizzarlo”.

Concretamente il gds “continuerà a lavorare con i partner Ndc [X] e ciò rimane una priorità – spiega Benati -. Anche se importante, Ndc è una delle tecnologie abilitanti all’interno di una visione più ampia nel fornire un’esperienza di viaggio più ricca, con una visione ampia di distribuzione dei viaggi all'intera filiera del travel. Mentre continuiamo a sviluppare Ndc nel breve termine, dobbiamo continuare a elaborare ed identificare soluzioni innovative e scalabili sul lungo periodo. Stiamo monitorando attentamente la situazione Covid-19 – afferma la manager - e continueremo a lavorare con i nostri partner Ndc [X] per adattarci più velocemente possibile ai mutamenti del mercato”.

Ndc non è un “punto di arrivo – evidenzia Benati -, fa parte di una visione più ampia insieme ad altre iniziative come One Order”. Ha soddisfatto alcune esigenze, ma è giunta l’ora di spingere l’acceleratore: “Una delle promesse già parzialmente rispettate da questo protocollo è che consente alle compagnie aeree di fornire nuovi tipi di contenuti e pacchetti ai viaggiatori. Questa è un punto di forza che diventerà ancora più prezioso in futuro – sottolinea il senior vice president -. Ora è il momento per la travel industry di capire come rendere queste offerte uniche e personalizzate e come poter veicolare ai passeggeri standard di sicurezza che il viaggiatore richiede; l'accesso alla lounge diventerà ancora più di valore, oppure vorranno la certezza dell'imbarco prioritario in tempi scaglionati, o la garanzia di spazio extra tra loro e altri passeggeri”. Dunque ristabilire la fiducia dei viaggiatori sarà uno dei fattori chiave alla base della ripresa. “Il programma Ndc [X] di Amadeus può aiutare le compagnie aeree in questo senso – chiarisce Benati - fornendo informazioni in tempo reale, estremamente aggiornate e rilevanti per rassicurare i viaggiatori. L'industria sta reagendo bene ed è sulla strada giusta. Ma sicuramente non è tempo di rallentare. Di fatto, dovremmo raddoppiare i nostri sforzi”.

Nicoletta Somma


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us