EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

La Grecia riapre le porte ai turisti

21/05/2020 12:40
La tanto attesa stagione turistica inizierà il 15 giugno con l'apertura di hotel e l'arrivo dei primi visitatori stranieri, mentre i voli internazionali inizieranno a dirigersi sulle destinazioni di vacanza gradualmente dal 1° luglio

La Grecia riapre le porte ai turisti. Sarà annunciato entro la fine di maggio un elenco di Paesi i cui cittadini potranno visitare la Grecia. A dirlo il ministro del Turismo Harry Theoharis. La selezione si baserà su "criteri epidemiologici" determinati dal comitato di esperti che si occupa della pandemia.
I Paesi balcanici e baltici, la Germania, Israele e Cipro dovrebbero essere nella prima ondata.
I visitatori di qusti Paesi potranno volare in Grecia inizialmente solo attraverso l'aeroporto internazionale di Atene a partire dal 15 giugno, ha detto Theoharis. I voli internazionali diretti verso il resto degli aeroporti del Paese riprenderanno il 1 ° luglio.

Alcuni Paesi, tuttavia, potrebbero essere esclusi, a seconda della situazione con i loro focolai di coronavirus, ha detto il ministro: saranno attentamente controllati, al fine di ristabilire i voli diretti quando la situazione lo consentirà. Coloro che arrivano non saranno soggetti a quarantena, ma le autorità greche avranno il diritto di eseguire prove a campione.

Theoharis ha delineato un piano operativo in atto per affrontare eventuali focolai nelle destinazioni turistiche, incluso un medico designato per ogni hotel, speciali aree di quarantena e test facilities sulle isole. ll primo ministro Kyriakos Mitsotakis ha osservato che la Grecia è "riuscita a limitare la diffusione del virus. Il turismo è una parte vitale dell'economia, contribuisce con circa il 20% del Pil. Circa 33 milioni di visitatori hanno visitato la Grecia l'anno scorso, spendendo 19 miliardi di euro, secondo Theoharis.

Mitsotakis ha annunciato una riduzione delle tasse al consumo sui trasporti dal 24% al 13% per cinque mesi, il che comporterà biglietti più economici durante la stagione turistica per barche, aerei e autobus, nonché una riduzione delle tasse su caffè, bevande analcoliche e biglietti per cinema open-air.
La priorità del governo, ha sottolineato, è stata quella di mantenere i posti di lavoro "e aiutare i professionisti del settore a prepararsi per il loro grande ritorno nel 2021".

Dopo le spiagge pubbliche, riaperte il 4 maggio, sono state inoltre riaperte anche le 515 spiagge attrezzate affidate a gestori, bar, ristoranti e hotel che beneficiano di una concessione privata e che erano state chiuse a causa dell'epidemia di coronavirus. Le regole sono strette: 40 persone al massimo su 1000 metri quadrati, distanza di 4 metri tra gli ombrelloni, nessun servizio di ristorazione e sanificazione di sdraio e lettini dopo ogni cliente. Non saranno venduti alcolici, non ci sarà musica e non potranno essere praticati sport. I controlli saranno stringenti con sanzioni comprese fra 5 e 20mila euro che, in caso di recidiva, saranno triplicate, per chi viola le norme.
 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us