EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Le intenzioni di viaggio dei turisti britannici: Spagna tra le mete, ma anche Italia

02/04/2020 11:18
Da ottobre la ripresa della domanda, come rivelano i dati di ricerca voli raccolti dalla società di marketing digitale Sojern

La domanda di viaggi nel Regno Unito verso la Spagna presumibilmente decollerà da ottobre, è quanto emerge dai dati di ricerca di voli raccolti dalla società di marketing digitale Sojern, come si legge su Hosteltur.com. 

Il Regno Unito è il principale mercato di riferimento per i turisti stranieri in Spagna, lo scorso anno ha generato 18 milioni di arrivi, ma in questo momento l'intero settore del turismo è paralizzato a causa della crisi del coronavirus. Tuttavia, "sebbene i viaggiatori del Regno Unito siano confinati nelle loro case, stanno ancora sognando e facendo ricerche sulla loro prossima vacanza", afferma Susie Bindman, portavoce di Sojern a Londra.

In questo momento non vi è alcun aumento delle ricerche di voli per il periodo estivo, ma i dati rivelano un altro modello di comportamento: "I viaggiatori preferiscono pianificare il loro prossimo viaggio da ottobre". 

Le destinazioni da sogno
Quali sono le mete più sognate dai viaggiatori del Regno Unito per la loro prossima vacanza? Secondo quanto afferma Bindman, la meta è la Spagna. In questo senso, le ricerche sui voli rivelano che gli inglesi saranno incoraggiati a viaggiare verso destinazioni spagnole da ottobre e la tendenza aumenterà nei mesi successivi, mostrando un aumento su base annua dell'1,626% per viaggiare nel gennaio del 2021.

Altre destinazioni che mostrano una ripresa della domanda dopo l'estate sono la Francia, con un aumento del 409% per il prossimo gennaio, l'Italia (+385%) e lo stesso Regno Unito (+59%).

Come sottolinea Bindman, il fatto che i consumatori siano alla ricerca di voli con largo anticipo per una data lontana (fino a gennaio 2021) si spiega con l'eccezionale situazione che il mercato sta attraversando a causa della crisi del coronavirus. "Questi numeri, significativi in termini di aumenti, sono un segnale molto precoce dell'intenzione di viaggiare", conclude l'analista di Sojern.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us