EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Per la nuova Alitalia c'è il modello nazionalizzazione più spezzatino

25/03/2020 14:50
I piani prevedono una nuova società pubblica e le attività operative spacchettate in tre società, volo, manutenzione e handling. Firmata la proroga dei contratti che garantiscono la vendita dei biglietti sulle rotte da Cagliari e da Alghero per Roma e Milano

La nuova Alitalia? Nazionalizzazione più spezzatino. La formula sembra essere questa. Secondo quanto si legge sulle pagine de Il Sole-24 Ore, i piani dell'esecutivo prevedono una nuova società pubblica con ruolo di holding, cioè la capogruppo, e le attività operative che vengono spacchettate. Entrando nel merito il quotidiano fa presente che ci sarà una società per i voli, la chiamano la mini-Alitalia con con una flotta ridimensionata a 30-50 aerei, una per la manutenzione, una per l'handling. Nelle tre società potrebbero fare il loro ingresso soci diversi, le cui quote sono da definire. 

Il ministro Stefano Patuanelli, è stato chiaro: "Abbiamo deciso di nazionalizzare Alitalia. Dimensioneremo la compagnia sulla base delle richieste di mercato. Nel cda chiameremo anche i sindacati". Altri dettagli non sono stati forniti. Intanto, a quanto riporta il Sole, l'advisor Rothschild non ha dato ancora risposta alle otto manifestazioni di interesse per l'acquisto della compagnia nella sua totalità o nelle sue parti. Se la mossa spacchettamento dovesse andare in porto, l'attività di volo diventerebbe una società controllata dalla newco statale che, scrive il Sole, potrebbe "essere aperta al futuro ingresso di Lufthansa". 

Rimandato il confronto con i sindacati

Intanto è stato rimandato il confronto tra Alitalia e i sindacati in merito alla proroga della cigs per 3.960 dipendenti, secondo quanto riporta Ansa è stato spostato al 3 aprile. Il rinvio è stato voluto dal ministero del Lavoro. L'esecutivo non ha però comunicato quanti aerei e quanti dipendenti entreranno a far parte della newco. Dal canto loro i sindacati chiedono chiarimenti sugli ammortizzatori sociali. 

Continuità con la Sardegna

E' stata firmata, inoltre, la proroga dei contratti con Alitalia che garantiscono, dal 17 aprile la vendita dei biglietti sulle rotte Cagliari-Roma, Cagliari-Milano e Alghero-Roma e Alghero-Milano. A seguito dell’attivazione della procedura di emergenza sullo scalo di Olbia gli uffici dell’assessorato regionale dei trasporti hanno anche provveduto ad aggiudicare le rotte ad Alitalia che potrà quindi dalla stessa data aprire alle vendite i biglietti sulle rotte Olbia-Roma e Olbia-Milano. “Anche nell’attuale emergenza abbiamo lavorato per assicurare ai sardi il diritto alla mobilità non appena la situazione tornerà alla normalità”, ha commentato il presidente della Regione, Christian Solinas.

 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us