EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Goldman Sachs: calo del traffico aereo del 30%

25/03/2020 11:50
Le previsioni della società per il 2020. Le prospettive per il futuro non sembrano così rosee: ripresa del 2021 relativamente superficiale

Un calo del traffico aereo del 30% per il 2020: è questa la previsione di Goldman Sachs nel suo ultimo report. Si tratta della peggiore recessione negli ultimi 50 anni, 3-4 volte peggiore rispetto al 1991/2001/2009.

Al contempo le prospettive per il futuro non sembrano così rosee: “La ripresa del 2021 che vediamo nei nostri modelli è relativamente superficiale, tenendo conto della possibilità di modifiche strutturali ai bilanci aziendali, ai consumi discrezionali o ai modelli di viaggio aziendali”, sostiene la società.

A seconda della sua durata, l'improvvisa interruzione dei viaggi potrebbe avere un impatto finanziario duraturo su imprese altrimenti vitali nei trasporti e nelle industrie connesse, prosegue Goldman Sachs. “Le nostre previsioni implicano un notevole stress finanziario tra compagnie aeree, tour operator e rivenditori di viaggi. Questo a sua volta rappresenta un rischio chiave a medio termine per gli operatori dell'infrastruttura che almeno in parte dipendono da queste imprese. Pertanto, guardiamo alle misure di sostegno del governo recentemente annunciate e riteniamo che possano fornire un importante sostegno”.

In effetti, Ryanair/Iag/Lufthansa hanno annunciato tagli di capacità tra il 75% e il 90% fino a maggio, con alcuni (ad es. Ryanair) che non escludono una piena messa a terra della loro flotta. La capacità di posti programmata secondo Oag conferma un adattamento degli schedule, anche se la profondità dei tagli deve ancora essere pienamente riflessa nei dati. Nel frattempo, i primi report diffusi dagli hub aeroportuali dell'Ue indicano una flessione tra il 30% (Parigi, Francoforte) e il 70% (Roma) a metà marzo.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us