EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

La Fabbrica dei Sogni interrotti

23/03/2020 11:53
Nella corsa per recuperare il recuperabile, ogni pratica è un viaggio fatto su misura che è doloroso distruggere - di Paola Olivari


Laura Baccanelli, de La Fabbrica dei Sogni Tour Operator di Verdello, in provincia di Bergamo condivide con Guida Viaggi un percorso semantico che tocca la quotidianità di agenzie di viaggi e tour operator in questi giorni di responsabilità, paura e preoccupazione.

"Giorno… è strano, prima non sapevi che giorno - racconta - forse perché passavano troppo veloci e frenetici, oggi non sai che giorno è perché non ci sono più riferimenti temporali ma solo problemi che arrivano e problemi che tenti di risolvere senza la presenza dello staff.

Staff... lo staff dell’ufficio è a casa da prima del decreto, qualcuno ha dei bambini e le priorità sono quelle. Ci sentiamo spesso, perché ognuno offre il suo contributo nel ricordare lo storico di una pratica.

Pratica… ogni pratica per noi è un viaggio fatto su misura, un sogno cucito a mano, un divenire di cambi e ricami e distruggerlo fa davvero male.

Male… non c’è tempo per stare male, ogni policy di rimborso o riprotezione ormai ha numero, giorno e ora in un delirante divenire di conferme e smentite, in una corsa per recuperare il recuperabile.

Recuperabile… nessuno di noi, in questo settore, ha mai lucrato sulle disgrazie e stiamo smontando mesi di lavoro. Da un lato c'è quello che recuperiamo per gli altri, dall'altro aumenta l’enorme perdita economica per noi.

Noi… noi, un ufficio, una categoria, un popolo che sembra sospeso e fa il suo dovere senza pensare a domani.

Domani… tutti fermi senza sapere quale sarà e soprattutto quando sarà domani, quindi riprenoti, sposti, dai consigli sulla base di niente.

Niente… è quello a cui tenti di pensare mentre vai avanti come un treno fra pratiche da cancellare, da sistemare, persone che devono rientrare e pretese.

Pretese… sento già aria di avvocati, di unione consumatori e questo fa uscire il peggio di me, siamo nel mezzo di una tragedia cosmica e girano richieste assurde e insindacabili diritti.

Diritti… mi arrogo il diritto di essere rispettata per il lavoro che abbiamo fatto, che stiamo facendo e cha faremo rimettendoci dalle nostre tasche e questo fa paura.

Paura… esatto. Anche noi abbiamo paura".

 

Per non perdere il flusso dei racconti clicca qui


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us