EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Focus millennial per Gattinoni

10/02/2020 14:10
Con la linea di prodotto MatePacker il gruppo apre al target 25-45 anni. Trenta itinerari, un sito dedicato per una proposta prenotabile anche e soprattutto in adv (a un prezzo più basso) - di Nicoletta Somma

Gattinoni apre al target millennial, con la linea di prodotto MatePacker: come già anticipato, si tratta di 30 itinerari, un sito dedicato per un’offerta rivolta a un pubblico dai 24 ai 45 anni che viaggiano da soli e prenotabile anche e soprattutto in agenzia, addirittura a un prezzo più basso.

Una proposta costruita sulla base di ricerche specifiche e sul fatto che i millennial continuano ad influenzare le attitudini e le abitudini di consumo: “I ragazzi nati fra il 1981 e il 1996 rappresentano oggi l’11,2% della popolazione italiana – ha spiegato Silvia Andreani, senior client executive, trends expert brand strategy & guidance Kantar Insights Division -, una fetta importante con un mindset specifico, basato su socialità, trasparenza, immediatezza, libertà ed esperienza. Il viaggio non è esente da questi elementi. Secondo il Kantar Global Monitor 2019 pensando al futuro del mondo del premium travel è importante considerare 4 trend: il primo, ‘esperienza contro apparenza’, il fatto cioè che il 77% degli under 30 italiani è intenzionato ad investire denaro in un’esperienza/acquisto di quelle che si fanno una volta sola nella vita. Il viaggio è esperienziale: si ricerca l’autenticità e l’esclusività che arricchiscono. Secondo trend il ‘detox’, per il quale il 72% dei millennials è preoccupato che la tecnologia lo distragga dal vivere il momento. E questo si traduce nel desiderio di volersi scollegare, di prendere una pausa dalle proprie vite digitali per poter vivere il momento presente. Terzo trend ‘drivers of positive change', secondo cui il 70% dei millennials si sente di poter fare la differenza nel mondo attraverso le proprie scelte ed i propri comportamenti. Il viaggio abbraccia una dimensione altruistica e si scelgono viaggi caratterizzati dalla sostenibilità ambientale e dal supporto alle comunità locali. Infine – ha affermato Andreani – il ‘bespoke’, il 47% degli under 40 vuole avere prodotti che siano personalizzati e disegnati intorno a sé".

I solo traveller “tra i 25 e i 45 anni sono per il 63% femmine e per il 36% maschi – ha proseguito Marco Ferrari, referente MatePacker -. Si è creata una nuova linea di prodotto per raggiungere un target di clientela che non trovava sul mercato un prodotto rispondente ai nuovi bisogni emersi anche dall’analisi di Kantar. Un segmento di clientela che solitamente non si rivolge alle agenzie di viaggio”. I tour proposti “saranno per un minimo di 6 e un massimo di 14 persone, con guide locali 80% in italiano e 20% in inglese o spagnolo, avranno inclusi la maggior parte dei servizi land, presenteranno attività in private e local oriented, oltre a comprendere dei plus: l’offerta consisterà di più di 30 destinazioni in cinque aree diverse”.

Ma dove si troverà questo prodotto? “Online per le caratteristiche del target sul sito MatePacker.it – ha commentato Isabella Maggi, direttore marketing e comunicazione del Gruppo Gattinoni -, ma potrà essere acquistato anche in agenzia. Chi andrà in un punto vendita pagherà un po’ di meno. Alla base del nostro progetto c’è la convinzione che l’agenzia non sia giurassica né più costosa, ma un luogo dove trovare un prodotto personalizzato”. In questa direzione andrà la preparazione degli agenti: obiettivo è “aiutarli a evolversi, intercettando un nuovo target”. C’è quindi anche una sorta di “missione sulle agenzie”. Tra i plus, uno che unisce digitale e fisico: “Un codice per fare le foto che renderà fisica quest’ultima trasformandola in una cartolina da spedire a chi si desidera”. Il sito sarà online da marzo e il progetto “coinvolgerà tutte le nostre 900 agenzie – ha proseguito Maggi -. A febbraio faremo un roadtour in cui racconteremo questo progetto e poi realizzeremo un’Academy dedicata, con un corso di due giorni e attività da fare durante l’anno per diventare MatePacker specialist”. L’obiettivo per il primo anno, o meglio, per i primi sei mesi di partenze è "raggiungere 500-1.000 clienti. Per noi si tratta di una novità e i primi sei mesi ci serviranno per tarare il prodotto”. E quale l’investimento? “Molto di più di quello che un network di solito fa”, Il progetto prevede anche un "piano di comunicazione ad hoc da aprile in poi, che comprenderà attività di guerrilla, influencer e digital”. Ci sarà una commissione base e una più alta per chi sarà MatePacker Specialist. L’aspettativa è di un 50% di prenotazioni dirette e un 50% in agenzia.

Nicoletta Somma

 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte
Registrati

Follow Us