EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Enit: "L'Italia è sempre più di tendenza"

19/09/2019 17:02
Roma è la principale destinazione degli arrivi internazionali aeroportuali con una quota parte sul totale pari al 46,3%

"L’Italia è sempre più di tendenza: va a ruba tra i turisti stranieri". Lo conferma il monitoraggio Enit - Agenzia Nazionale del Turismo che ha analizzato i trend di vendita della destinazione dei tour operatori internazionali e che ha presentato al Buy Lazio l'andamento delle vendite e delle performance del brand Italia. 

Non si arresta l’attrattività dell’Italia: infatti è in aumento per il periodo estivo 2019 rispetto al 2018 e il 48,5% degli operatori che vendono l’Italia nel mondo. Si tratta del 45,0% dei t.o. europei e il 50,9% di quelli oltreoceano.
Anche gli arrivi aeroportuali internazionali puntano in alto: il trimestre estivo chiude con un complessivo +3,0% in Italia rispetto al medesimo periodo del 2018, superando le dirette competitor Spagna (+1,5%) e Francia (+0,4%). In pole position la Cina che guadagna il +27,6% e gli Usa con un +5,8%. In crescita anche Russia (+3,7%) e Spagna (+2,1%).

Tra le città d’arte, Roma è la principale destinazione degli arrivi internazionali aeroportuali con una quota parte sul totale pari al 46,3%. Seguono Milano, Venezia, Napoli e Firenze. Gli aeroporti limitrofi alle località balneari maggiormente interessati dai flussi dall’estero sono Catania, Bari, Olbia e Palermo. Questi scali insieme rappresentano il 5,4% del totale.

Positive anche le stime sull’andamento in autunno dei viaggi organizzati diretti in Italia: si prevede un aumento delle vendite per il 41,7% dei t.o. interpellati e stabilità per il 38,9%. Ancora più ottimistiche le performance rilevate dai t.o. d’oltreoceano.
Per gli arrivi aeroportuali internazionali, il trimestre autunnale si presenta in aumento dell'8,7% in Italia rispetto al medesimo periodo del 2018, anche grazie al clima favorevole del mese di settembre. Tra i più promettenti: Cina (+30% circa), Russia (+11,6%) e Usa (10,7%). Bene anche Francia (+7,6%) e Spagna (+4,8%).


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte