EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

La Cina, il secondo più grande mercato Ota globale

11/09/2019 12:46
Ctrip mantiene il primo posto, ma la concorrenza è sempre più serrata, con Fliggy di Alibaba, Expedia e Booking. La crescita delle prenotazioni guidata da quelle realizzate tramite dispositivi mobili

Con 44,7 miliardi di dollari (40,5 miliardi di euro), la Cina si è classificata al secondo posto nel 2018 come il più grande mercato globale Ota, proprio dietro gli Stati Uniti, dove ha raggiunto 77,1 miliardi di dollari (quasi 70 miliardi di euro), secondo i dati di un rapporto pubblicato a settembre da Phocuswright. Il dato è particolarmente significativo, considerando che la crescita del mercato cinese delle agenzie online è stata del 27% rispetto all'anno precedente, quattro volte superiore a quella osservata nel mercato statunitense.

Il motivo principale è la crescita della spesa turistica in generale all'interno di quel mercato, ma anche le Ota stanno perseguendo in modo aggressivo e molto efficace l'acquisizione di nuovi viaggiatori. Un trend che non ha smesso di incrementare e continuerà a farlo nelle proiezioni fino al 2022.

Ctrip domina il mercato dopo aver acquisito i suoi due maggiori concorrenti nel 2015, Qunar ed eLong. Opera ancora con tutti e tre i marchi, oltre a quello di Skyscanner, con sede in Scozia, e che ha acquistato più di recente. Sebbene rimanga il più grande player sul mercato con un ampio margine, la concorrenza sta creando più pressione. Fliggy, di Alibaba, ha guadagnato forza grazie al suo modello di piattaforma che consente ai fornitori di creare le proprie vetrine. Inoltre, le Ota nordamericane Expedia e Booking hanno aumentato i loro sforzi in Cina, con quest'ultimo che ha fortemente investito nel potenziamento del proprio marchio. Entrambi hanno cercato partner locali per consentire prenotazioni tramite app di viaggio come Mafengwo, un sito molto popolare nel Paese per ispirare viaggi di piacere. E un altro concorrente presente è Meituan, che continua a cercare di convertire i suoi clienti dal food e dai prodotti di consumo per trasformarli in utenti che prenotano anche un hotel.

La crescita rallenterà man mano che il mercato maturerà, ma rimarrà forte entro il 2022. A quel punto, si prevede che il mercato Ota della Cina sarà molto vicino alle dimensioni degli Stati Uniti. La crescita delle prenotazioni in Cina è praticamente guidata interamente da quelle realizzate tramite dispositivi mobili.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte