EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Food&Wine Tourism Forum, la key word è innovazione

12/08/2019 17:15
Relatori italiani e stranieri hanno portato il loro punto di vista e presentato ricerche per ripensare insieme le prossime sfide del settore

Oltre 500 partecipanti, 50 relatori e 40 appuntamenti tra talk e workshop: la seconda edizione del Food&Wine Tourism Forum al Castello di Grinzane Cavour (CN), patrimonio Unesco, è stata un successo.

Seguendo quattro percorsi - food, wine, social e tourism - il forum ha affrontato a tutto tondo il mondo del turismo enogastronomico, dalle nuove tecnologie Google alla percezione dell’enogastronomia in Italia con uno studio inedito di Travel Appeal, dai Google Trends a come integrare la comunicazione social con la promozione turistica, passando per le abitudini di viaggio dei Millenials, i viaggi di lusso, il neuromarketing, le linee guida delineate da Unwto, le strade del vino e le strategie smart nell’ambito dell’offerta enogastronomica. Numerosi anche gli ospiti come lo chef stellato Davide Oldani, il giornalista Marcello Masi e il sommelier del ristorante stellato Piazza Duomo Vincenzo Donatiello.

 “Siamo contenti di aver ospitato anche quest’anno 500 persone alla seconda edizione del Food&Wine Tourism Forum - ha dichiarato Mauro Carbone, direttore dell'Atl Langhe Monferrato Roero -. Un riconoscimento in primis culturale che ha contribuito ad aumentare l’interesse e la conoscenza verso le nostre colline e la loro offerta. Il turismo enogastronomico è una filiera complessa e, nel nostro territorio, è composta soprattutto da aziende produttrici e cantine con le quali negli anni abbiamo instaurato un dialogo diretto, mettendo a disposizione soluzioni innovative e portando all’attenzione tutte le nuove tecnologie in ambito di promozione”.

“Abbiamo voluto dare vita a un evento dedicato all’innovazione digitale applicata al turismo enogastronomico con l’obiettivo di fornire i giusti strumenti per capire, imparare e agire – ha aggiunto Roberta Milano, direttore scientifico del Food&Wine Tourism Forum -. Crediamo che sia importante pensare al futuro di questo settore per riuscire a comprendere meglio il nostro presente. Per questo abbiamo scelto di organizzare un evento slow, che permettesse ai relatori di dialogare direttamente con il loro pubblico, calibrando i tempi e lasciando spazio al confronto”.

Il Food&Wine Tourism Forum fa parte del progetto Àmpelo (Programma Interreg Alcotra 2014-2020) e si pone come momento di formazione e riflessione sulle sfide che il turismo enogastronomico deve affrontare, tra valorizzazione e sostenibilità, tra tecnologia e tradizione. Il Forum vuole essere un percorso di stimoli, studio e confronti con l’obiettivo di legare maggiormente il mondo dell’enogastronomia e quello del turismo, perché solo uniti si può crescere.

 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte