EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Viaggiuniversitari.it porta la generazione Z in vacanza

22/08/2019 08:33
Il t.o. presenta 4 tipi di vacanze, dove il filo conduttore è il divertimento, focalizzando sulle esperienze in loco. Ha allo studio nuove mete, tra cui Saranda e un prodotto per giovani su Sharm

Viaggiuniversitari.it debutta nel 2012 come t.o. ed adv con sede legale a Napoli. "L'azienda nasce da un'esperienza in agenzia viaggi di famiglia. La volontà era quella di dare risposta ad uno dei primi target che una decina di anni fa si allontanò dalle strade dell'intermdiazione, cioè quello dei giovani - racconta a Guida Viaggi Roberto Mendone, responsabile prodotto viaggiuniversitari.it -. Ce ne siamo resi conto quando i nostri amici entravano in agenzia e noi avevamo difficoltà a trovare soluzioni adatte attraverso prodotti di tour operator tradizionali, a causa di una distanza di prezzo tra domanda ed offerta, ma soprattutto di un'offerta troppo generalista".

All'epoca Mendone era rappresentante degli studenti all'Università Federico II di Napoli, iniziò con il proporre "piccoli gruppi spot che nel corso di qualche anno sono incrementati a tal punto dal trasformare questa passione in un tour operator - ricorda il manager -. Oggi proponiamo 4 tipi di vacanze pensate per giovani e declinate sulla base dello stile di vita dell'ospite. Tutte hanno il filo conduttore del divertimento, ma pensiamo che ci debba essere una proposta turistica diversa tra chi abitualmente si scatena tutti i weekend in discoteca e chi invece, ad esempio, ama fare escursioni, sport ed esperienze. La prima domanda che il nostro booking rivolge ad un potenziale ospite è Raccontaci, cosa ami fare?". 

I 4 tag della vacanza

Il t.o. ha optato per una programmazione tutta online veicolata tramite il sito. Le vacanze proposte da viaggiuniversitari.it sono suddivise in 4 tag, ossia quattro tipologie. Tag Lime, per chi ama discoteche con top dj e party nostop. Le destinazioni sono Isola di Pag, Gallipoli, Sunny Beach.
Tag Green è per chi ama fare di tutto un po’ e cerca nuove storie da raccontare. Sono vacanze per “traveller" disposti sempre a divertirsi, ma che mettono la sveglia al mattino per visitare ogni giorno una spiaggia diversa. Dove vanno? Corfù, Budva, Zante. Tra le esperienze più amate a destinazione, racconta il manager c'è "l'escursione alla spiaggia selvaggia a Budva, dove una barchetta conduce su un tratto di costa raggiungibile solo via mare, in esclusiva per il nostro gruppo. In spiaggia ci sarà la possibilità di rilassarsi e di fare una grigliata di pesce pescato al mattino".
Tag Violet è, invece, per chi ama vivere emozioni a mille all’ora e cerca la vacanza di gruppo. "Sono i nostri viaggi evento. Gruppi composti da centinaia e centinaia di ragazzi accolti in villaggi presi in esclusiva (in toto come in Sicilia) oppure in parte come ad Umag. Qui l'esperienza è il gruppo: si parte da soli e si torna con centinaia di amici perché tutta la vacanza è volta alla socializzazione con attività H24", racconta Mendone.
Infine, Tag Red è per chi ama viaggiare con il partner e cerca una vacanza romantica. "Si tratta di un prodotto sperimentale nato quest'anno e dedicato alle coppie. Per l'estate 2019 abbiamo proposto una sola destinazione, Lipari, ma contiamo di crescere, inserendo altre proposte come, ad esempio, Saranda". L'Albania è, infatti, allo studio, ma non è l'unico, il t.o. sta pensando anche "ad un prodotto per giovani su Sharm". 

L'identikit

Il target si identifica con giovani che amano i social network, Facebook ed Instagram. Nella loro scelta della vacanza "non è determinante il dove andare, ma il cosa fare. Basti dire che i ragazzi spendono non tanto per il trasporto e l'alloggio, quanto piuttosto per le attività in loco". Tra gli elementi che li caratterizzano c'è la necessità di essere sempre connessi, "comunicano sempre e sono desiderosi di conoscere nuove persone. Dal canto loro conoscono bene le destinazioni, ma sostituiscono la ricerca su Google con quella su Instagram". 
Il t.o. si rivolge alla generazione Z, giovani dai 18 ai 25 anni. "Abbiamo organizzato la programmazione, partendo dal cliente, oltre al trasporto ed all'alloggio si affiancano le migliori esperienze sulla destinazione proposta. E' predominante ciò che viene costruito attorno, dal socializzare con gli altri ragazzi alla proposta delle strutture in esclusiva. Internet è un alleato per divulgare le proposte ad un prezzo competitivo, ma non è l'unico elemento che caratterizza l'offerta", spiega il manager.
I gruppi sono accompagnati da un tour leader e poi c'è un membro dello staff ogni 25 passeggeri. Tra le mete in programmazione ci sono Corfù, Budva, Zante, l'isola di Pag, Zadar, Gallipoli, Sunny Beach, Umag, la Sicilia. Si parla di un totale di 4mila passeggeri movimentati

Il progetto sulle adv

Da qualche anno il t.o. collabora con un piccolo numero di adv, 20-30 in Campania, sono meno di 40 sul territorio nazionale. "Sono molto formate sul prodotto e sulle destinazioni. Non ci serve una vendita indiscriminata a livello numerico, il nostro è un prodotto particolare - osserva il manager -, che si rivolge ad un taget con un budget medio-basso". L'approccio con le adv avviene con un primo appuntamento in ufficio, per conoscersi, poi attraverso eventi di formazione, ma dall'autunno "ci sarà anche una academy sul sito. Curiamo molto i social network delle adv che lavorano con noi, cui forniamo un sopporto in termini di marketing". 
Viaggiuniversitari.it lo scorso metà giugno ha lanciato il brand Sunny Beach (dal nome della località, ndr). Una scelta che è stata fatta per "comunicare con le adv, in quanto è un prodotto adatto a loro - sottolinea il manager -, lo conoscono e lo vendono. Ai ragazzi va spiegato e le adv sono l'interlocutore principale". s.v.
 

 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte