EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

In Spagna le agenzie vivono una fase di crescita

24/06/2019 10:20
Dal 2014 ad oggi il parco adv è passato da 13mila a 9mila, ma con un volume di vendite maggiore grazie ad un controllo dei costi. Consolidamenti e nuovi modelli

In attesa del cambio di ciclo annunciato, il settore dell'intermediazione spagnola (guidato da agenzie di viaggio e tour operator) continua a vivere un buon momento negli ultimi cinque anni. Dal 2014, che ha visto i primi indici positivi dopo la crisi iniziata nel 2008, il settore è cresciuto fino ad ora. E’ quanto risulta da un rapporto pubblicato sulla stampa trade spagnola.

Il quinquennio analizzato coincide con il recupero del settore dell'intermediazione dopo una lunga crisi di sei anni. L'anno 2014 ha portato i primi segnali di crescita, secondo quanto risulta da sondaggi, dai dati del Bsp Italia e dalle cifre dell’occupazione. Dal 2008 al 2013 il parco delle agenzie in Spagna è passato da 13.000 a 9.000 (sorte simile è toccata all’Italia, ndr). Tuttavia, negli ultimi anni l'occupazione e il business sono cresciuti a livelli uguali o maggiori rispetto a prima della crisi con meno agenzie, il che corrisponde ad una crescita media più elevata per azienda. Una crescita contrassegnata anche da strategie commerciali che hanno tenuto conto della débacle della crisi, con un maggiore controllo dei costi.

Il quinquennio ha visto poi il consolidamento di nuovi gruppi appena creati come Wamos, trasformando altri come Ávoris o la crescita di altri come Logitravel. L'unico gruppo rimasto come era anni fa è Globalia, che resta fedele al suo modello con Air Europa che fa da locomotiva e tira la divisione di agenzie e tour operator.

In questi 5 anni si è anche assistito alla nascita, al consolidamento e alla crescita di un nuovo modello nel mercato spagnolo. La ricerca parla dell'esperimento condotto da Gabriel Subías con il gruppo Barceló. Il risultato è Ávoris, un gruppo outgoing verticalmente integrato che possiede un gruppo alberghiero, almeno per il momento, mentre la sua eventuale vendita a un fondo non è stata ancora finalizzata. Ávoris, con il suo team di tour operator, la sua rete di agenzie e la sua compagnia aerea, ha moltiplicato il suo fatturato e il suo Ebitda negli ultimi anni basandosi su una strategia di acquisto coraggiosa e una crescita organica.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte