EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Dal Governo in arrivo una task force per gli operatori

17/06/2019 09:40
Una proposta formativa concordata con il ministro dell'Istruzione e il mondo del lavoro; siglato un protocollo d'intesa tra Mipaaft e Cdp per un rapporto di collaborazione a sostegno di agricoltura e turismo

“La mission turistica del nostro Paese è stata colta. Oggi abbiamo parlato di idee, programmi, formazione e investimenti”. Così ha esordito il ministro del Mipaaft, Gian Marco Centinaio, alla presentazione del piano di riqualificazione di un complesso veneziano.

Ha fatto anche riferimento alle recenti polemiche sui numeri che vedono retrocedere il nostro Paese per arrivi e presenze negli ultimi mesi: “I giornali si sono svegliati per dire che chi sono altri Paesi nel turismo e che sono nostri forti competitor, che a maggio e a giugno il numero dei turisti nelle località marine sarà inferiore rispetto allo scorso anno. Mi chiedo – ha aggiunto – cosa ha fatto il nostro Paese in questi 5 anni per garantire un’offerta turistica diversa? Poco o niente”.

E ha spiegato che “non basta presentarsi all'estero dicendo che il nostro è un Paese sicuro, l’obiettivo deve essere far emergere l’illegalità delle strutture, visto che abbiamo un 50% di sommerso, e il codice identificativo a livello nazionale – ha commentato – è una buona risposta. Importante è poi il tema della formazione, visto che il settore chiede personale specializzato”.

Con il ministro dell’Istruzione Marco Bussetti, Centinaio ha deciso di mettere in piedi una task force per operatori turistici. “Una adeguata formazione turistica sarà prevista negli istituti tecnici alberghieri, fino agli istituti agrari – ha segnalato Centinaio -. Si inizia il primo luglio per arrivare a fine estate; è una proposta formativa concordata con il mondo del lavoro”.

Sulla mission da conseguire ha ribadito l’intenzione di attrarre un target altospendente, al quale “bisogna dare servizi” e tra le sconfitte cita l’abolizione del tax credit per mancanza di fondi.

“Il nostro obiettivo – ha concluso – è quello di avere infrastrutture all’altezza, aeroporti che gestiscano servizi à la carte, come nei grandi scali internazionali, e porti all’altezza degli standard esteri, perché il rischio è che fra qualche anno l’hub nel Mediterraneo saranno le Baleari”.

Venerdì scorso il Mipaaft ha siglato con Cdp un protocollo d’intesa per avviare un rapporto di collaborazione volto al supporto del settore dell’agricoltura e allo sviluppo della filiera turistica nazionale.

Il Mipaaft svolgerà le attività di indirizzo, impulso e coordinamento utili a stabilire gli ambiti di intervento, assicurare la copertura finanziaria delle iniziative e fornire il supporto istituzionale per l’attivazione di specifici strumenti finanziari. Cdp dal canto suo valuterà l’intervento nei progetti in qualità di finanziatore, garante, investitore e gestore, a seconda della struttura dell’intervento concordato tra le parti. l.d.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte