EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Continuità territoriale: Air Italy risponde e lancia la controproposta

24/05/2019 10:21
Il vettore pare intenzionato ad accettare la convivenza con Alitalia, ma chiede una diversa suddivisione delle rotte. Ora si attende l’ufficialità dell'accordo, ma prima ci deve essere la riunione dei cda delle due compagnie

Come si sa il presidente della Regione Sardegna, Christian Solinas, ha dato poco, pochissimo tempo, ad Air Italy ed Alitalia per accettare la nuova proposta messa sul piatto sul tema continuità territoriale. Come scrivevamo ieri su questa agenzia di stampa, si tratta di voli in continuità territoriale per Roma e Milano per l’intera estate ad Air Italy, pur senza compensazioni, e un volo giornaliero extra-bando ad Alitalia. Soluzione che sarebbe valida dal primo giugno al 31 agosto.

Secondo quanto riporta Sardiniapost.it, sembra che Air Italy abbia lasciato una porta aperta ed abbia risposto con 24 ore di anticipo. Il vettore pare intenzionato ad accettare la convivenza con Alitalia per garantire i trasporti con gli oneri di servizio pubblico sulla base di Olbia per Roma e Milano. C'è solo un cambiamento a quanto proposto dal presidente della Regione Sardegna. I  vertici della compagnia, infatti, hanno inviato una controproposta alla Regione. La fonte spiega che Air Italy chiede una diversa suddivisione delle rotte tra lei e Alitalia, la modifica riguarderebbe le frequenze aggiuntive che Alitalia dovrebbe garantire nella fascia oraria centrale della giornata. Air Italy chiede che siano due e non una al giorno. Alitalia, dal canto suo, prenderà in esame la controproposta di Air Italy.

Solinas? anche se non è ancora giunto ad una risoluzione della querelle, con i tempi che stringono, visto che l'estate è vicina, apprezza "l’apertura di Air Italy sulla nostra proposta di salvaguardia dei collegamenti aerei e dei livelli occupazionali sullo scalo di Olbia, fortemente supportata dai lavoratori, dalle rappresentanze sindacali e dalle istituzioni locali. Siamo al lavoro per definire congiuntamente alle due compagnie i dettagli tecnici e formali dell’intesa che auspichiamo sia approvata fin da domani dai rispettivi board”, ha detto il presidente.

Cosa succede adesso? Si attende l’ufficialità, ma prima ci deve essere la riunione dei cda delle due compagnie e, dopo i via libera, l’accordo potrà essere ufficiale. Attendiamo. 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte