EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

I percorsi gastronomici, carta vincente del turismo esperienziale legato al territorio

11/02/2019 11:22
L’evoluzione da feel like home a feel like local per sentirsi parte di una community

Nell’era del turismo esperienziale, le attività gastronomiche possono avere un forte impatto sullo sviluppo del territorio. La case history di Metafarm di Positano, azienda nata con l’obiettivo di connettere le persone con gli ambienti rurali, ne è un esempio.

“Lontano dalle spiagge della costiera amalfitana, abbiamo proposto attività legate al trekking e all’enogastronomia per trascorrere una giornata a stretto contatto con i contadini alla riscoperta dell’utilizzo delle erbe spontanee – spiega Giacomo Miola, founder di Metafarm -. In un periodo di attività che si sviluppa tra i mesi di marzo e ottobre, l’azienda con cui abbiamo collaborato ha registrato un notevole incremento sia di ospiti sia di fatturato (+20%): nel 2016 le presenze erano 213, nel 2018 sono diventate 715”.

Le attività legate al turismo enogastronomico, oggi, ricoprono la più grande fetta di mercato ponendosi tra le attrazioni preferite da parte dei viaggiatori, in Italia si arriva a sfiorare il 30%. In questo scenario si trovano, quindi, nuovi modi per coinvolgere il pubblico esaltando da una parte la peculiarità dei territori e dall’altra sviluppando logiche completamente nuove. “Il cosiddetto feel like home oggi si sta evolvendo sempre più verso una logica di feel like local –conclude Miola -, sviluppando sempre più un senso di community coinvolta in una vacanza alternativa”. s.f.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte