EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Wwf Travel: colloqui in corso con Gattinoni MdV

06/02/2019 09:48
Il tour operator di Wwf Italia sta dialogando con il network per un rapporto esclusivo di commercializzazione dei suoi prodotti, secondo quanto annunciato dal direttore, Gianluca Mancini

Al momento il canale di vendita di Wwf Travel, tour operator di Wwf Italia, è diretto, tramite il sito, "un flusso che sta andando bene, abbiamo clienti fidelizzati che ci seguono", commenta Gianluca Mancini, direttore Wwf Travel, ma sono in atto dei ragionamenti per aprirsi al canale agenziale, in particolare con un'operazione di un certo peso e rilievo, ossia attraverso un "rapporto esclusivo di commercializzazione dei nostri prodotti con Gattinoni Mondo di Vacanze". A dare l'annuncio dei contatti in corso tra le parti, lo stesso Mancini, durante la conferenza stampa milanese che si è svolta ieri sera per presentare le novità dell'operatore. 

Se l'operazione dovesse andare in porto il manager è consapevole che ciò rappresenterebbe "un bel salto di qualità, è un percorso da scoprire con tante incognite - racconta -. La prospettiva di potersi legare a un gruppo come Gattinoni sarebbe un'enorme apertura, per un rapporto che andrebbe oltre la vendita tramite adv". Mancini afferma che si tratta di una mossa che sta "meditando da lungo tempo e ora è arrivato il momento di concretizzarla". Da quanto si apprende è un discorso in fieri e ora non resta che attendere gli eventuali sviluppi. Ciò che è chiaro è che il t.o. ha una sua strategia che sta sempre più delineandosi.

Dal canto suo il t.o. si è già affacciato al mondo trade, facendo la scelta di aderire a Fto, "stiamo cercando di avvicinarci al mondo del turismo più tradizionale - prosegue il manager -, da qui l'ingresso in Fto che consideriamo l'ambiente ideale dove poter sviluppare le nostre idee, essendo una associazione che può aiutare a divulgare temi e processi". 

Wwf Travel viene da un anno che il manager definisce "molto intenso", ha registrato buoni risultati sul fronte dei campi estivi, con oltre 2.300 ragazzi e un +25%. "E' il primo successo dell'iniziativa e stiamo lavorando per nuovi campi, uno anche all'estero, in particolare in Grecia, avrà con 40 posti letto e la presenza di una etologa". Si tratta di un'opportunità di vacanza per sensibilizzare i giovani nei confronti della natura, ma anche per offrire un’occasione di crescita personale.

Da marzo sarà presentata la nuova programmazione con nuovi campi e nuove proposte tra cui, la novità del campo estivo all’estero, in Grecia, nei pressi di Corinto, in un'oasi di mare e natura. Un'altra novità è "Al campo con i nonni", la proposta che permette ai ragazzi di essere accompagnati da un genitore o un nonno, appunto. "Visto che non sempre si possono spostare all'estero, è nata l'idea di essere accompagnati, il che rappresenta una novità assoluta per il mondo dei campi", commenta il manager. 

Nel suo primo anno di attività il t.o. ha raggiunto e superato l’obiettivo di fatturato prefissato, raggiungendo un volume d’affari superiore a 1.200.000 euro. Il target per il 2019 è consolidare la posizione di operatore di nicchia, potenziando la propria offerta. Le carte messe sul piatto sono viaggi di osservazione naturalistica nel mondo, itinerari di biologia marina, bio-watching in Italia, soggiorni in oasi naturali e, per i più piccoli, la gamma di proposte di campi estivi Wwf. Tra i risultati concretizzati c'è anche la realizzazione del catalogo che raccoglie "la prima programmazione di Wwf Travel con i viaggi a tematica naturalistica". 

Il t.o. prosegue, poi, sulla strada delle partnership, sono diverse quelle già in atto e in ambito trade si aggiunge quella con I Viaggi di Maurizio Levi. Non ultimo c'è nel cassetto un progetto incoming che passa attraverso il bio-watching, "vendendo all'estero un pò di turismo naturalistico in Italia quale obiettivo a lungo termine". Oltre a quello di realizzare una rete di piccole strutture certificate dal punto di vista ambientale. Insieme a Vireo, società di certificazione e Gstc, il panel che definisce i criteri di sostenibilità internazionali, Wwf Travel intende promuovere le buone pratiche della sostenibilità e spingere verso la certificazione. L'idea è fare "contaminazione", nel senso buono del termine, cioè divulgare il proprio credo e sensibilizzare alla conoscenza della natura, riconoscendo al turismo un ruolo importante in tal senso, per questo c'è la volontà di portare avanti delle partnership nel settore con operatori che agiscono in ambito più tradizionale. s.v.

 

 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte