EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Iata: domanda sana ma moderata a novembre

09/01/2019 12:27
“Le tensioni commerciali, le tariffe protezionistiche e la Brexit sono tutte incertezze che sovrastano il settore”, dice il ceo

In salute, ma con una crescita moderata: è il quadro del traffico aereo delineato da Iata per novembre. I ricavi totali passeggeri (Rpk) sono aumentati del 6,2% rispetto a novembre 2017, in leggero rallentamento rispetto alla crescita del 6,3% di ottobre. La capacità (misurata in Ask) è aumentata del 6,8% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente e il load factor è sceso di 0,4 punti percentuali all'80%. È stata solo la terza volta in due anni che il load factor è diminuito su base annuale.

"Il traffico è solido. Ma ci sono chiari segni di una crescita moderata in linea con il rallentamento dell'economia globale. Ci aspettiamo ancora una crescita della domanda del 6% quest'anno. Ma le tensioni commerciali, le tariffe protezionistiche e la Brexit sono tutte incertezze che sovrastano il settore", ha dichiarato Alexandre de Juniac, direttore generale e ceo della Iata.

La domanda internazionale di passeggeri a novembre è aumentata del 6,6% rispetto al periodo precedente, dal 6,2% di ottobre. Tutte le regioni hanno mostrato una crescita, guidata dai vettori in Europa. La capacità totale è salita del 6,7% e il load factor è sceso di 0,1 punti percentuali al 78,4%.

I vettori europei hanno visto un aumento della domanda del 9,0% a novembre 2018, il massimo in nove mesi. Dati i segnali contrastanti sul contesto economico nella regione, non è chiaro se questo ritmo di crescita possa essere sostenuto. La capacità è salita del 9,1% e il fattore di carico è scivolato di 0,1 punti percentuali all'82,1%, il più alto tra le regioni.

Il traffico di novembre delle compagnie aeree dell'Asia-Pacifico è salito del 6% rispetto allo stesso periodo di un anno fa, in crescita dal 5,7% in ottobre. Anche la capacità è cresciuta del 6% e il load factor è rimasto al 79,1%. La crescita è sostenuta dall'aumento degli standard di vita e dalla continua espansione delle opzioni per i viaggiatori.

I vettori del Medio Oriente hanno avuto un aumento della domanda del 2,8%, il più basso tra le regioni il terzo mese consecutivo. La capacità è aumentata del 5,6% e il load factor è sceso di 1,9 punti percentuali al 69,0%.

Il traffico delle compagnie aeree nordamericane è cresciuto del 6,1%, a novembre, dal 5,7% di ottobre e ben sopra al tasso medio quinquennale del 4,0%. La capacità è aumentata del 3,8% e il fattore di carico è salito di 1,7 punti percentuali all'80,6%. La domanda è sostenuta da una dinamica relativamente forte nell'economia statunitense.

Il traffico di novembre delle compagnie aeree dell'America Latina è salito del 5,8% rispetto a novembre 2017, con un incremento rispetto al 5,2% registrato in ottobre. La capacità è aumentata del 6,6% e il fattore di carico è scivolato di 0,6 punti percentuali all'80,6%.

Le compagnie aeree africane hanno registrato un aumento della domanda del 5,7% rispetto a novembre 2017, in calo rispetto al 6,4% di ottobre, ma superiore alla media quinquennale del 5,8%. La crescita sta avvenendo nonostante le sfide nelle maggiori economie del continente, Nigeria e Sudafrica. La capacità è aumentata del 3,9% e il load factor è salito di 1,2 punti percentuali al 68,9%.


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte