EDITORIA - EVENTI - SERVIZI  DAL 1972 AL SERVIZIO DEL TURISMO PROFESSIONALE

 
HOME > Notizie

Decima edizione per Buy Tuscany

09/11/2018 14:54
Alberto Peruzzini, direttore di Toscana Promozione Turistica: "Un traguardo". L'evento coinvolge 220 buyer provenienti da 41 paesi e 100 operatori toscani
Ha preso il via oggi alla Stazione Leopolda di Firenze la decima edizione di Buy Tuscany, organizzato da Toscana Promozione Turistica. In agenda, nelle due giornate di evento, 4600 incontri prefissati e oltre 16mila richieste di appuntamento tra i 220 buyer, provenienti da 41 paesi, e 100 operatori toscani.
 
“La decima edizione è un traguardo importante - ha commentato Alberto Peruzzini, direttore di Toscana Promozione Turistica -. Buy Tuscany è cresciuto molto e ha incrementato il numero di buyer e di seller. Tra le novità di quest’anno per la prima volta Buy Tuscany si rivolge agli operatori interni. Non è banale - ha spiegato il direttore -, ma si tratta di una precisa scelta strategica. Siamo una regione fortemente internazionale perché sono aumentati i numeri, ma il mercato interno non è cresciuto come quello straniero”. Tra i segmenti si confermano lusso e country & flavour, ed è in crescita anche il termalismo, nota con soddisfazione il direttore.
 
Nel pomeriggio si terrà il seminario di approfondimento sulle tematiche “Congiuntura, flussi, futuro”. In termini di congiuntura, anticipa Peruzzini, si evidenzia una “tenuta del sistema turismo rispetto a un anno strepitoso, il 2017, che ha battuto ogni record. In termini di flussi, attraverso i big data, in particolare attraverso il roaming internazionale, abbiamo cercato di capire cosa fanno, dove vanno e come si comportano i singoli turisti e di individuare i grandi attrattori. Questo bagaglio di dati verrà utilizzato per le scelte strategiche. In termini di futuro - prosegue il direttore - il turismo internazionale continuerà a viaggiare. Usa, Australia, Regno Unito e Germania i mercati consolidati. Emergenti Cina, Russia, Brasile e Corea, ma tra i first comer dei prossimi anni - evidenzia il direttore - figureranno Nigeria e Sud Africa, che incominceranno a viaggiare”. Si terrà domani la parte dedicata ai mercati stranieri. Inoltre sono stati organizzati 15 post tour per i buyer al di fuori dei classici circuiti turistici.
 
Per il 2017, definito un anno record, il direttore ha quantificato in 46 milioni le presenze ufficiali e quasi 100 includendo quelle della sharing economy; tredici milioni invece gli arrivi ufficiali e quasi 30 considerando seconde case e sharing economy. n.s.

 


TAGS

QUESTO ARTICOLO MI FA SENTIRE

COMMENTA

Ultime News

Guarda tutte